RSS

Messaggio di '2013' 'maggio

Regolatori di tensione MPPT

Come funziona un regolatore di carica MPPT?

I pannelli fotovoltaici producono energia elettrica a tensione (Volt) e corrente (Ampere) variabili in funzione dell’intensità di luce e della temperatura delle celle.

Clicca qui per acquistare un regolatore di carica MPPT.

Un regolatore di tensione di tipo tradizionale si limita ad abbassare la tensione del pannello fino a portarla ad un valore di circa 14.4 Volt, necessario a caricare le batterie senza rovinarle, ma lascia la corrente invariata, dissipando di fatto in calore una parte non trascurabile della potenza generata dal pannello.

Un regolatore MPPT, invece, abbassa la tensione ma contemporaneamente aumenta l’intensità di corrente che viene immessa in batteria, incrementandola anche fino al 20-30% rispetto al regolatore senza MPPT.

Esempio: supponiamo che il pannello stia erogando una potenza di 100W a 18 Volts. La corrente generata sarà pertanto di: 100 W / 18 V = 5.55 Ampere.

Un regolatore di carica tradizionale abbasserà la tensione a circa 14.4 volts ed invierà in batteria una corrente di 5.55 Ampere. La differenza verrà dissipata sotto forma di calore all’interno del regolatore: 5.55 * (18-14.4)  = 19.98 Watt sprecati in questo modo!

Un regolatore MPPT, invece, oltre ad abbassare la tensione a 14.4 Volts, provvederà ad innalzare la corrente fino a circa 6.9 Ampere (100 W / 14.4 V = 6.94 A). In questo modo invierà in batteria una corrente superiore del 26% rispetto al regolatore non MPPT.

Nel video qui sotto, realizzato dal Blog Della Vela, si può vedere in pratica il maggior rendimento di questo tipo di regolatori.

Clicca qui per acquistare un regolatore di carica MPPT.